Poste Italiane: Bankitalia autorizza acquisto di Medio Credito Centrale

Text-only Preview

Banca del Mezzogiorno: Banca d'Italia autorizza Poste Italiane
all'acquisto di Medio Credito Centrale

L'istituto previsto dalla Finanziaria 2010 operera a supporto delle imprese del Sud


Roma, 5 maggio 2011 -
La Banca d'Italia ha rilasciato a Poste Italiane
l'autorizzazione per l'acquisto del Medio Credito Centrale, individuato come struttura
di vertice per dare attuazione alla realizzazione della Banca del Mezzogiorno, istituto
la cui creazione e stata prevista dalla Legge Finanziaria 2010 con l'obiettivo di
favorire lo sviluppo di nuove imprese nel Sud dell'Italia e aumentare l'occupazione
attraverso il supporto finanziario alle iniziative imprenditoriali.

L'autorizzazione della Banca d'Italia, emessa in base alla normativa del Testo unico
delle leggi in materia bancaria e creditizia, segue il via libera dell'Autorita garante
della concorrenza e del mercato, che si e espressa positivamente lo scorso mese di
febbraio. La Banca del Mezzogiorno operera in particolare a supporto della piccola e
media impresa del Sud con diversi strumenti creditizi, tra i quali il credito industriale, il
credito agevolato e la gestione di fondi di garanzia regionali, nazionali ed europei.

La delibera della Banca d'Italia permettera la realizzazione del disegno normativo che
prevede di facilitare l'accesso al credito per le imprese del Mezzogiorno attraverso
la capillare rete di Poste Italiane, presente nelle regioni meridionali con circa 4.500
uffici postali. A questi e previsto che a breve si aggiungano gli oltre 3.000 sportelli
delle Banche Popolari e del Credito Cooperativo, istituti bancari di cui si prevede la
prossima adesione all'iniziativa, per un totale di oltre 7.500 sportelli.


Ufficio Stampa
Giorgetti Poste Italiane
Direttore Comunicazione Esterna
Viale Europa 175
Tel 06. 59587556