Referendum popolare 12 e 13 giugno 2011

Text-only Preview

REFERENDUM 12 e 13 giugno
IL NUCLEARE
SICURO
Non esiste alcuna attivita umana senza possibilita di errore e non si puo prevedere rimedio ad ogni
eventualita. Le scorie prodotte dalle centrali servono per produrre armi atomiche e il terrorismo
purtroppo esiste.
ECONOMICO
E un investimento enorme che: iniziera ad ammortarsi solo tra una decina d'anni (tempo di entrata in
funzione della centrale); non si sa per quanto potra produrre(l'uranio fissile, l'unico combustibile usato
nelle centrali, finira tra non molto); ha gia perso il mercato in partenza perche il suo costo continuera a
crescere (mentre le fonti rinnovabili diventeranno sempre piu economiche); avra un costo sulle
generazioni a venire potenzialmente infinito (alcuni isotopi di uranio contenuti nelle scorie radioattive
dimezzano in milioni e in miliardi di anni). L'ultimo punto e dimostrato dalla delibera CIP6 che
comprende la voce "A2 - costi per lo smantellamento delle centrali gia dismesse", gravante sulle nostre
bollette elettriche.
NECESSITA DI ENERGIA
La potenza elettrica installata in Italia e di 104 GW, a fronte di una richiesta massima di 53 GW. Il
motivo per cui compriamo energia dalla Francia e che le centrali nucleari devono mantenere un regime
di produzione costante portando a sovrapproduzione durante le ore notturne. Lo sapevate che questo
riduce la nostra bolletta?
POCHE VITTIME
Esistono centinaia di studi e dichiarazioni di medici illustri affermanti che non solo per gli incidenti
nucleari (e non sono pochi), ma anche per la sola vicinanza di una centrale nucleare in funzione, vi e un
aumento dei casi di tumore e malformazione. Basta vedere anche solo un servizio televisivo
sull'olocausto nucleare (popolazione delle zone contaminate da materiale radioattivo) per rabbrividire
di fronte a questa tecnologia.
ECOLOGICO
A parita di energia prodotta: l'inquinamento dovuto alla costruzione, la produzione e l'
approvvigionamento del combustibile, lo smaltimento delle scorie, lo smantellamento relativi ad una
centrale nucleare, e diverse volte superiore a quello dovuto alla costruzione, installazione e
smaltimento di una qualsiasi fonte rinnovabile. Inoltre il funzionamento della centrale nucleare e di
tipo termoelettrico, per cui gran parte dell'energia prodotta viene sprecata sotto forma di calore
alterando pesantemente l'ecosistema locale.
ALTRE CONSIDERAZIONI
L'interesse nucleare dell'Italia e politico.
Il nucleare contribuisce per meno del 6% al mix energetico mondiale.
La Germania ha reso ufficiale l'addio all'energia nucleare entro il 2022.
Ogni benessere ha un suo prezzo da pagare, ma per il nucleare e troppo alto.
-Partecipa al referendum del 12 e 13 giugno 2011 e vota quattro volte si-